1946-2016 - L’Istituto compie settant’anni.

L'Istituto di Economia Internazionale arriva ad un grande traguardo: il settantesimo anniversario della fondazione.

Istituto di Economia Internazionale Una struttura scientifica della Camera di Commercio di Genova, un sistema di propulsione per la ricerca sui temi di economia internazionale.

L’Istituto di Economia Internazionale, struttura scientifica della Camera di Commercio di Genova, è un centro di studio, di coordinamento e propulsione per la ricerca in tema di economia internazionale.

I compiti dell’Istituto sono principalmente la raccolta, l’elaborazione ed interpretazione della documentazione concernente l’economia nazionale ed estera, la promozione di contatti e scambi culturali con istituti economici italiani ed esteri e la preparazione di conferenze, riunioni, convegni, alla presenza di eminenti studiosi o personalità del mondo economico.

Ma l’attività che ha dato maggior rinomanza all’Istituto è senza dubbio la pubblicazione - iniziata nel 1948 - della rivista trimestrale Economia Internazionale/International Economics che dal 2016 è online e di accesso pubblico gratuito.

La storia

L’Istituto nasce nel 1945 su iniziativa congiunta della Camera di Commercio, allora presieduta da Francesco Manzitti, e dell’Università degli studi di Genova e viene inaugurato il 4 novembre 1946 davanti al Presidente della Repubblica Enrico De Nicola ed alle massime autorità politiche ed economiche del paese.

L’Istituto si è sempre impegnato nell’organizzazione di importanti eventi, a partire dal “Congresso Internazionale dei Parlamentari e degli esperti per lo sviluppo degli scambi commerciali” del 1948 a cui parteciparono quasi mille delegati ed esperti provenienti da 50 Paesi: l’incontro, all’indomani delle devastazioni della seconda guerra mondiale, ha rappresentato un importantissimo momento di confronto e scambio sui temi legati al commercio internazionale e alla sua ripresa, che si voleva ispirata ad un nuovo sistema di scambi capace di ridurre gli squilibri economici degli Stati.

Negli anni successivi l’Istituto continua a promuovere ed organizzare incontri internazionali e conferenze di eminenti studiosi o personalità del mondo economico, come Wilhelm Röpke (1963), Ota Sik (1971), John Kenneth Galbraith (1972), fino a Mario Monti (2005).

Dal 2008 è stato istituito l’Osservatorio sulle economie della sponda sud del Mediterraneo – strumento con valenza scientifica ed operativa al servizio della business community, a cui sono stati dedicati eventi annuali fino al 2014.

Nel 2015 l’evento annuale dell’Istituto si è incentrato sul tema della corruzione e le sue ripercussioni sull’economia internazionale ed ha visto la partecipazione di importanti giuristi ed esperti.

In occasione del 70° della fondazione, l’Istituto nel 2016 ha organizzato ben quattro eventi celebrativi: da quello storico in ricordo di Bruno Minoletti, ai grandi temi del Mediterraneo e Medio Oriente, alle cause/conseguenze delle guerre civili, fino all’ultima tavola rotonda dedicata al declino economico dell'Italia degli ultimi decenni durante la quale sono stati assegnati i premi camerali a Vito Tanzi e Roberto Cingolani.

Nel 2017 il panel della discussione dell'evento annuale ha ospitato la prolusione del Cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente delle Conferenze Episcopali europee, il quale ha fornito il suo contributo al tema del convegno: "Il futuro dell'Europa. Prospettive economiche e sociali". In questa stessa occasione si è svolta l'assegnazione dei premi camerali a Giovanni Marseguerra e Aldo Negri.

L’Osservatorio sulle Economie del Mediterraneo

Durante le celebrazioni, nel novembre 2008, per il sessantennale di Economia Internazionale/International Economics, è stato presentato l'“Osservatorio permanente sull'economia dei paesi della costa sud del Mediterraneo” e illustrate le metodologie di analisi del rischio paese: l’obiettivo era quello di costituire, presso l'Istituto, un punto di riferimento e di interscambio informativo per gli imprenditori.

L'Osservatorio è nato come un nuovo strumento con valenza sia scientifica che operativa al servizio della business community. Il suo scopo è fornire valutazioni sulle prospettive delle economie di queste aree e analisi di rischio paese sulla base sia di indicatori macroeconomici individuati ad hoc, sia di osservazioni più qualitative sul business environment di ciascun paese.

Negli ultimi anni il convegno annuale dell’Istituto di Economia Internazionale è stato dedicato al Mediterraneo.

Sono disponibili gli atti dei convegni che si sono svolti dal 2008 ad oggi.

21/11/2008
NUOVE PROSPETTIVE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

23/11/2009
PROSPETTIVE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE 2010

26/11/2010
PROSPETTIVE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE 2011

25/11/2011
LA CRISI GLOBALE E IL COMMERCIO INTERNAZIONALE

30/11/2012
LA NUOVA EVOLUZIONE DELLE ECONOMIE DEL MEDITERRANEO

14/11/2013
NORD AFRICA TRA INSTABILITÀ POLITICA E OPPORTUNITÀ ECONOMICHE

14/11/2014
PRIORITÀ PER EUROPA ED ITALIA TRA OPPORTUNITA’ E PROBLEMATICHE